Il corso ha come obiettivo quello di fornire allo studente le conoscenze di base delle principali tecniche utilizzate per ottenere sostanze biologicamente attive di interesse farmaceutico attraverso l'estrazione da fonti naturali. A questo scopo il programma del corso prevede lezioni teoriche in aula ed esercitazioni individuali di laboratorio.

In particolare, rispetto a quanto indicato dai descrittori di Dublino, al termine del percorso formativo, gli studenti dovranno possedere:

1)      Le conoscenze degli aspetti teorici delle principali tecniche di estrazione e purificazione di composti di origine naturale (tecniche di estrazione, percolazione, macerazione, decozione, infusione, distillazione in corrente di vapore, cromatografia, distillazione, cristallizzazione), di separazione dei costituenti degli estratti totali, determinazione delle caratteristiche fisiche, chimiche e biologiche del prodotto naturale e determinazioni quantitative dei prodotti naturali. Queste conoscenze vengono acquisite attraverso lezioni in aula.

2)      La capacità di applicare praticamente le conoscenze teoriche acquisite. Lo studente partecipa ad esercitazioni pratiche di laboratorio a posto singolo in cui applica le tecniche di separazione, di purificazione e dosaggio quantitativo dei composti di origine naturale.

3)      Autonomia nella valutazione dei risultati ottenuti. Al termine di ogni esercitazione di laboratorio allo studente è richiesto di stilare un report sull’esperienza effettuata dove descrive il corretto percorso analitico applicato. Analogamente, in sede di esame, vengono proposti esercizi di smistamento di miscele.

4)      Capacità di comunicare in modo corretto e chiaro le informazioni riguardanti ciò che è stato oggetto delle loro analisi. Questo aspetto viene valutato in sede d’esame.

Migliore capacità di apprendimento riguardo ai temi che hanno affrontato durante il corso; questo li porta alla possibilità di affrontare al meglio i corsi degli anni successivi e ad affrontare in modo più consapevole la preparazione della tesi di Laurea, sia compilativa che sperimentale

 

il corso ha come oggetto il riconoscimento dei farmaci, in particolare dei farmaci di natura organica, metallorganica ed inorganica iscritti nella Farmacopea Ufficiale della Repubblica Italiana. Prevede quindi la caratterizzazione chimica (esame preliminare ed analisi strutturale) e chimico-fisica (analisi molecolare) della molecola farmaco, come anche la determinazione della stabilità e della purezza dei farmaci e l'analisi dei farmaci in formulazioni farmaceutiche (metodi di purificazione, di separazione e di estrazione da matrici complesse). Illustrazione ed uso della Farmacopea Ufficiale della Repubblica Italiana XI Ed. e della Farmacopea Europea IV Ed. Caratterizzazione dell'analisi dei composti organici e dei composti inorganici e relative differenze.

Acquisire una completa conoscenza delle strutture e della reattività di base e nelle matrici alimentari delle principali classi di principi alimentari e nutrienti
(carboidrati, aminoacidi e proteine, lipidi, componenti minori: vitamine,
minerali, pigmenti, aromi naturali, ecc.) e delle loro trasformazioni in
seguito a trattamenti tecnologici vari o esposizione a fattori ambientali.
Conoscere le tecnologie di produzione, la composizione, i requisiti di qualità
e genuinità, le possibili sofisticazioni, adulterazioni e contaminazioni dei
principali alimenti sia naturali che di prima trasformazione. Cenni sulle
vigenti normative alimentari nazionali e comunitarie

Conoscenza delle principali vie metaboliche dei farmaci. Valutazione delle barriere che si frappongono all’impiego
terapeutico di un principio attivo e progettazione di metodiche sia chimiche che
fisiche da utilizzare per superarle. Studi di pre-formulazione e stabilità, determinazione della data di scadenza dei medicinali. Conoscenza
delle principali operazioni di purificazione e separazione impiegate nell’industria.

Lo scopo del corso è di fornire una base di conoscenza delle interazioni tra
xenobiotici ed organismi che sono alla base degli effetti tossici, e dei metodi
di studio di tali effetti, in modo che gli studenti arrivino a possedere gli
strumenti per una valutazione del rischio e del profilo tossicologico degli
xenobiotici, ed in particolare dei farmaci

Nanosistemi per la diagnostica e la tecnologia farmaceutica (Corso attivato dall'a.a. 2019-2020) CHIM02-CHIM09, 8 crediti (4 per ciascun modulo)

 Obiettivi formativi generali

Il corso ha l’obiettivo di illustrare le applicazioni delle nanotecnologie alla sensoristica e in ambito farmaceutico e terapeutico. Alla fine del corso, gli studenti saranno in grado di comprendere le modalità di sintesi, caratterizzazione e manipolazione dei nanomateriali e come possono essere impiegati per la realizzazione di nuovi nano-biodispositivi per la diagnostica e come vettori per applicazioni farmaceutiche e per la biomedicina.

Modulo nanosistemi per la diagnostica, CHIM02, 4 crediti

Modulo nanotecnologie farmaceutiche CHIM09, 4 crediti