Diritto e nuove tecnologie per la valorizzazione dei beni culturali

Il Corso ha come obiettivo la formazione di nuovi profili professionali capaci di interagire in modo efficace all’interno del settore multidisciplinare dei beni culturali pubblici e privati, sia nell’ambito delle amministrazioni pubbliche competenti, che nelle imprese operanti nel settore. In tale prospettiva, ed in linea con la mission del DTC, il Corso fornisce competenze specialistiche relative al quadro giuridico nazionale, europeo e internazionale, agli aspetti gestionali e finanziari connessi alla realizzazione dei progetti di fruizione, tutela e valorizzazione dei beni culturali; alle modalità di progettazione europea con particolare riguardo agli aspetti giuridici e alla creazione dei partenariati, di fundraising, di marketing, management e comunicazione nel settore. Nell’ambito del corso si offrirà ai discenti l’occasione di conoscere le più moderne tecnologie di fruizione del bene culturale, da quelle empatiche, quali il digital storytelling, le ricostruzioni in 3d e la realtà aumentata a quelle funzionali alla ricerca, tutela e valorizzazione di cui si studieranno le connesse problematiche giuridiche. La storia del diritto e l’archeologia, come elementi costitutivi dell’identità laziale, saranno le chiavi culturali per elaborare progetti di valorizzazione di specifici siti nell’area della Regione come contenuti di tesi di fine corso degli allievi. Le tesi potranno essere svolte in collaborazione con gli stakeholder interessati.