Geologia Applicata alle Costruzioni 2018/2019

Obiettivi formativi: Capacità di sistematizzare e indirizzare le conoscenze geologico-tecniche verso le applicazioni in campo ingegneristico

 

Risultati dell’apprendimento:Acquisizione di conoscenze di base sulla interazione terreno-strutture per le principali tipologie di costruzioni; sviluppo della capacità di applicazione di conoscenze geologiche, geomorfologiche, idrogeologiche, geomeccaniche  e geotecniche quale fondamentale contributo alla progettazione, realizzazione e monitoraggio di opere di ingegneria


Descrizione del programma

Criteri di progettazione e realizzazione di campagne geognostiche in relazione ai modelli geologici di sito e agli obiettivi progettuali. Approccio geologico-tecnico alle costruzioni secondo il dettato delle norme tecniche delle costruzioni. Indagini geognostiche: sondaggi, piezometri, campionamenti, prove in sito. Propagazione dei sovra-carichi verticali nel sottosuolo: dalla teoria di Boussinesq agli abachi per diverse geometrie di carico. Spinta dell’acqua su diverse tipologie di opere e in diverse condizioni di flusso. Fondazioni superficiali e fondazioni profonde: stima della capacità portante con diversi approcci di calcolo e previsione dei cedimenti totali e differenziali indotti e dei tempi di consolidazione (teoria della consolidazione). Muri di sostegno a gravità: calcolo delle spinte del terreno per il dimensionamento dell’opera. Geologia applicata alle grandi opere in sotterraneo (gallerie)  e alle opere di sbarramento di corsi fluviali (dighe): problematiche geologico-tecniche in fase di progettazione, realizzazione e post-realizzazione. Approccio alla valutazione della azione sismica. 

 

 Sono previste alcune esercitazioni numeriche sui seguenti argomenti: interpretazione di prove in sito ed utilizzo di correlazioni empiriche;  variazioni di tensioni verticali indotte da sovraccarichi; valutazione spinta dell’acqua; capacità portante di fondazione superficiali e profonde; calcolo di cedimenti primari e secondari indotti da fondazioni superficiali e dei tempi di consolidazione; verifiche su muri di sostegno. 

Infine, sarà valutata la possibilità divisite a cantieri operanti in relazione alle disponibilità specifiche