Zoologia dei Vertebrati

Zoologia
dei vertebrati

Il corso si tiene in aula seminari presso l'Istituto di Zoologia ogni Lunedì e Mercoledì dalle 16:00 alle 18:00, e inizierà Lunedì 4 Ottobre.

L'aula ha una capienza massima di 24 persone, ma per ragioni di distanziamento sociale solamente 12 persone possono prenotarsi tramite la piattaforma Prodigit per assistere in presenza. Chi non riesce a prenotarsi perché è stata raggiunta la capienza massima, può seguire la lezione online al seguente link zoom.

https://uniroma1.zoom.us/j/81098478146?pwd=OUwxOUxIWFJQY2oxL2YvK1UxeTE4Zz09

Meeting ID: 810 9847 8146

Passcode: 237760


Programma:

Il
corso ha l'obiettivo di fornire una conoscenza generale sulla
diversità, evoluzione, ecologia, distribuzione e stato di
conservazione dei vertebrati. È un corso che copre elementi di
anatomia, fisiologia, sistematica e tassonomia, biogeografia,
ecologia animale e comportamentale, e conservazione biologica.


Argomenti
affrontati nel corso:


Origine
e precursori dei Vertebrati.


Organizzazione
generale dei vertebrati e principali suddivisioni: agnati,
gnatostomi, pesci, tetrapodi, anamni, amnioti, ectotermi, endotermi.


Diversità
funzionale, ricchezza, e distribuzione dei diversi gruppi di
vertebrati.


Sistematica
e tassonomia dei principali gruppi di vertebrati: ciclostomi, pesci
cartilaginei (al livello di superordine), pesci ossei (al livello di
superordini); Anfibi (a livello di ordine); Rettili (a livello di
famiglia); Uccelli (a livello di ordine); Mammiferi (al livello di
ordine).

Per
ogni gruppo analizzato approfondiremo: origini evolutive, cenni
anatomici, tipologie di locomozione (modalità di nuoto, tipologie di
locomozioni terrestri, volo), osmoregolazione, adattamenti ai diversi
ambienti, cicli
biologici, modalità
riproduttive,
ecologia trofica, meccanismi di difesa dai predatori, comunicazione,
distribuzione geografica, migrazioni, stato di conservazione e
principali minacce antropiche.


Adattamenti
alla vita acquatica e terrestre, adattamenti anatomici, fisiologici,
e comportamentali all'endotermia.


Cenni
di ecologica comportamentale (spaziale e riproduttiva) in uccelli e
mammiferi.


Cenni
sulla vertebrofauna terrestre italiana.


Cenni
sui metodi di stima dell'abbondanza e distribuzione, e Lista Rossa.


Risultati
di apprendimento attesi


Capacità
di classificare i vertebrati e di analizzare la loro complessità e i
loro rapporti con l'ambiente e l'uomo.


Modalità
di esame


L'esame
sarà orale e comincia con la presentazione di un articolo
scientifico riguardante la zoologia dei vertebrati in senso lato
(ecologia, comportamento, evoluzione, biogeografia, conservazione,
etc.) e precedentemente concordato con il docente. L'esame procederà
con delle domande sulla presentazione, ed in seguito sugli argomenti
trattati nel corso. Il voto terrà in considerazione sia la
presentazione (capacità espositiva e comprensione, durata) che la
preparazione riguardante gli argomenti trattati nel corso
(conoscenza, comprensione, esposizione).


Materiale
di studio:


Il
testo consigliato è “Zoologia dei vertebrati” di Pough, Janis e
Heiser (Casa editrice: Pearson). In aggiunta, lo studente può
integrare con altri testi, appunti presi a lezione, e dispense
fornite dal docente.


English
version

The
course aims to provide a general knowledge on the diversity,
evolution, ecology, distribution and conservation status of
vertebrate species. This is a course that touches on topics from
several subjects, including anatomy, physiology, taxonomy and
systematics, biogeography, animal and behavioural ecology, and
conservation biology.


List
of topics covered in the course:


Origin
and early evolution of the vertebrates.


General
organization of vertebrate species and main groups therein: agnata,
gnatostomata, fishes, tetrapods, anamniotes, amniotes, ectotherms,
endotherms.


Functional
diversity, richness and distribution of the vertebrates taxa.

Systematics
and taxonomy of the main groups of vertebrate species: jawless
fishes, cartilaginous
fishes

(down to the superorder level), bony fishes (down to the superorder
level); amphibians (down to the order level); reptiles (down to order
and family level); birds (down to order level); mammals (down to
order level).


For
each of the above-mentioned groups, we will hint on their
evolutionary origins, anatomy, locomotion types (swimming mode,
terrestrial locomotion types, types of flight), osmoregulation,
adaptation to diverse environments, biological cycles, reproductive
modes, trophic ecology, defense mechanisms, communication, geographic
distribution, migrations, conservation status and main anthropogenic
threats.


Adaptation
to aquatic and terrestrial life, anatomical, physiological and
behavioural adaptation to endothermy.


Hints
on the behavioural ecology of birds and mammals (spatial and
reproductive behaviour).


Hints
on the Italian terrestrial vertebrate fauna.


Hints
on the main approaches to estimate the abundance and distribution of
species, and IUCN Red List.


Learning
goals


Ability
to classify vertebrate species and analyse their diversity and
relationship with the environment and humans.


Final
exam


The
exam will be oral and will start with a power point presentation of
an article (chosen by the student but agreed with the professor)
losely related to vertebrate zoology (ecology, behaviour, evolution,
biogeography, conservation, etc.). The exam will follow with
questions on the presentation, and later on the topics covered during
the course. The final mark will depend on both the presentation
(presentation skills, understanding of the topic, timing) and the
preparation on the topics covered during the course (knowledge,
understanding, communication skills).


Study
material:


The
suggested textbook is “Vertebrate life”, by Pough, Janis e
Heiser. The student can also rely on similar textbooks, handnotes,
and additional sources provided by the professor.